Skip to main content

This page is also available in English

Change now

Mantenere bassi i costi di stoccaggio rientra nella lista dei desideri di tutti i produttori e commercianti del settore alimentare. Vi sono molte ragioni per le quali questi costi elevati hanno un peso così rilevante per numerose aziende. Molti magazzini sono poco trasparenti, altri sono vecchi dal punto di vista tecnologico e gran parte di essi sono semplicemente troppo pieni. Quest’articolo vi spiegherà come liberare il magazzino da costi inutili.

Ottimizzate le giacenze

Quando si tratta di costi di stoccaggio, la prima cosa da considerare sono sempre le giacenze e i costi di vincolo del capitale. Sembra scontato ma non lo è, perché è qui che inizia il classico dilemma: più il magazzino è fornito maggiore sarà la disponibilità della merce e quindi la prontezza nelle consegne. Però l’elevata capacità di consegna è pagata da elevati costi di tenuta in magazzino. D’altra parte un magazzino troppo scarno porta rapidamente a colli di bottiglia, se non addirittura a fermi nella produzione, i cui effetti sono ben noti ad ogni produttore e commerciante del settore. È quindi importante creare trasparenza nel magazzino, in modo da lasciarsi alle spalle i cosiddetti "No-Mover". Perché nel settore alimentare contano la qualità e la freschezza dei prodotti. Gli ERP-System specifici per il settore forniscono in questo caso un aiuto, perché non solo dispongono di un monitoraggio intelligente delle giacenze del magazzino e prevedono sempre in modo affidabile il fabbisogno del mercato, ma calcolano anche le quantità ottimali degli ordini e comunicano automaticamente se vengono raggiunte le giacenze minime nel magazzino materie prime o nel magazzino spedizioni. “Si ottiene così una copertura al 100 percento dei fabbisogni delle materie prime con un vincolo del capitale il più ridotto possibile. Si possono quindi ridurre i costi delle giacenze del magazzino di circa il 30 percento”, spiega Björn Skupin, esperto di ERP.

 

Riducete il rischio del magazzino

Che si tratti di deterioramento, calo peso o furto: il vostro magazzino è esposto ad una serie di rischi che possono portare a gravi danni monetari. È importante identificare e ridurre al minimo i rischi più importanti. Nel settore alimentare la merce troppo vecchia o deteriorata diventa un problema economico. Utilizzate a questo scopo un sistema di gestione automatica del magazzino che monitora automaticamente la vostra merce per evitare che scada. Si raccomandano soprattutto i sistemi integrati per la gestione del magazzino, che sono collegati ad un ERP-System. Così tutti i dati provenienti dalla gestione giacenze, produzione, ordini, etc. sono a disposizione in un unico sistema. Ciò consente un’elevata trasparenza dei processi e delle giacenze, una pianificazione precisa dei processi del magazzino e processi efficienti per la distribuzione e la gestione delle giacenze. 

Affidatevi alle nuove tecnologie nella logistica del magazzino

Enormi magazzini verticali controllati da IT, carrelli elevatori semoventi, tecnologia robotica o occhiali a realtà aumentata nella preparazione ordini: Industria 4.0 è arrivata nei magazzini e questi si stanno sviluppando in "High-Tech-Showrooms" del settore alimentare. Ma la trasformazione digitale significa per le aziende non solo un adeguamento dei processi in direzione della Smart Factory. Offre loro anche nuove possibilità di ridurre i costi, incrementare la competitività e garantire l’elevata richiesta di freschezza. Perché la moderna tecnologia rende più efficiente lo stoccaggio degli alimenti, accelera la produttività e i tempi di consegna, incrementa la capacità di reagire ai cambiamenti e fa risparmiare un sacco di soldi. Secondo gli esperti sono due attualmente i trend più importanti: l’automazione attraverso la tecnologia robotica e la messa a disposizione di informazioni su dispositivi mobili.

Automazione grazie alla tecnologia robotica

L’azienda olandese ProMessa, ad esempio, si affida all’innovativa tecnologia robotica nel magazzino buffer e nel magazzino spedizioni. L’azienda è così in grado di fornire 1.200 supermercati con un vasto assortimento – senza dover creare scorte di grandi dimensioni: "Prima avevamo una percentuale molto più elevata di merce buffer che dovevamo stoccare in magazzino. Grazie alla velocità del nostro sistema logistico, ora accumuliamo merci preconfezionate e non etichettate solo per un giorno”, afferma Harold Rouweler, amministratore delegato dell’azienda. In questo modo è possibile fornire quotidianamente i clienti anche con tempi di consegna dell’ordine molto brevi – le performance di consegna sono superiori al 99 percento. Se volete conoscere nel dettaglio come funziona leggete qui l’articolo in inglese.

Disponibilità delle informazioni su dispositivi mobili

Gli occhiali a realtà aumentata o le soluzioni Pick by Voice stanno sostituendo sempre più gli scanner manuali convenzionali e i documenti cartacei, riducono gli errori e consentono prestazioni di picking più elevate. Presso il grossista Fripa, ad esempio, i dipendenti preparano gli ordini guidati da una voce e in modo molto più efficiente di quanto si potesse pensare qualche anno fa. "La qualità nella preparazione ordini è notevolmente migliorata. Siccome in nessun reparto devono più essere utilizzati buoni di preparazione ordini, la quota di errori tende oggi verso lo zero. E siamo anche diventati più veloci. Consegniamo la merce ai clienti entro al massimo 24 ore dall’ordine“, riporta Ralf Hahl, amministratore delegato dell’azienda.

L’utilizzo di occhiali a realtà aumentata nell’ambito di Pick-by-Vision è andato oltre gli scenari di test. Questo metodo offre molti vantaggi, soprattutto con un’elevata densità di picking, sia in magazzini automatici a scaffalature sia per picking da terra. Gli esempi pratici attuali mostrano un risparmio di tempo di circa il 18 percento con una quota ridottissima di errori.

Se desiderate conoscere i migliori metodi di preparazione ordini per produttori e commercianti cliccate qui per leggere l’articolo in inglese.

Niente funziona senza l’IT

Senza investimento in IT e nelle moderne tecnologie nessun risparmio -  questo vale anche per il magazzino, un’area estremamente costosa. Molti esempi pratici mostrano che oggi è possibile lavorare meglio, più velocemente e in modo più conveniente. E in futuro? Tutto sarà ancora più collegato in rete. Verranno introdotte tecnologie di sensori che attivano automaticamente gli ordini di consegna. La RFID diventerà una tecnologia chiave nel magazzino.